Viaggio in Vietnam

Pronti per una nuova avventura, andiamo in Vietnam, un luogo che mi è rimasto veramente nel cuore, bellissimo, economico e tutto da scoprire, sfruttato ancora molto poco a livello turistico ma con un grandissimo potenziale. Da poco e fino al 30 giugno 2017 (salvo deroghe) non è più necessario il visto per soggiorni di max 15 giorni, per ottenerlo di un mese è necessario richiederlo presso l’ambasciata vietnamita in Italia. Se vi trovate all’estero è possibile anche far fare una richiesta dall’agenzia, in 3-4gg vi sarà rilasciato un permesso che vi permetterà di viaggiare in Vietnam, ed al vostro arrivo vi verrà rilasciato il visto.
Volo Emirates Milano – Ho Chi Minh City meglio conosciuta come Saigon, 500€ circa. Uso spesso l’ Emirates come compagnia aerea, sopratutto verso l’Asia, mi trovo davvero molto bene, puntuali e con un ottima assistenza. Lo scalo di Dubai è comodo, i due terminal sono ben collegati e l’aeroporto è stupendo, un paio d’ore vi passeranno senza accorgervene.

Benvenuti a Saigon, l’uscita dall’aereoporto non è sempre veloce, spesso i controlli vanno a rilento. Non appena ritirati i bagagli vi consiglio di cambiare subito un pò di soldi così ne avrete per il taxy, fatevi dare dal change qualche taglio più piccolo, non sempre i tassisti hanno il resto. Il tragitto per la città è molto breve, si spendono circa 120.000 dong ( 5 € ) da contrattare ovviamente.

Arrivati ad Ho Chi Mihn City vi consiglio di sceglier l’hotel nel Distretto 1 o nel distretto 3 (è suddivisa in 22 distretti). Il distretto 1 corrisponde al centro della città, limitato ad est dal fiume Saigon e a sud dal canale Ben Nghe.. Al suo centro si trova la zona del mercato “Ben Thanh” ma il cuore del distretto batte un po’ più ad est, là dove si erge il palazzo del Comitato del Popolo (municipio) con davanti il monumento a Ho Chi Minh. Devo ammettere che questa volta mi sono concesso un piccolo lusso nella scelta della camera, per soli 30€ a notte (prezzo a camera x 2 persone, contrattato direttamente alla reception) ho avuto la VIP room, c’è pure un PC in camera… che ne dite? Veramente stupenda! Tranquilli nella stessa zona potrete trovare ottime camere anche con 10€ a notte (a camera).
Simbolo per eccellenza di Ho Chi Minh City, ed a pochi passi dal nostro hotel troviamo questo edificio che si trova nel centro esatto di Saigon, è il Palazzo del Comitato del Popolo, ex Hotel de Ville (Municipio), fu costruito dai francesi tra il 1900 e il 1908 in piena epoca coloniale. Un’elegante facciata dai toni caldi è incorniciata da stucchi e statue. L’edificio purtroppo non è aperto al pubblico. Di fronte, si apre lo spazio urbano di più ampio respiro di tutta la città, il grande viale pedonale DL Nguyen Hue, che, proprio di fronte al Palazzo del Comitato del Popolo, ospita la statua di Ho Chi Minh, uno dei posti più fotografati della città.
Se già nella facciata del Palazzo del Comitato del Popolo è facile riconoscere stili e linee di chiara ispirazione francese, il vicino edificio della Posta Centrale non lascia alcun dubbio. Progettata da Gustave Eiffel nel 1886 si presenta con un elegante facciata dai toni gialli e con rifiniture in ferro battuto verde facendo da preludio al grandioso atrio centrale coperto da una volta a botte, mentre alle pareti sono esposte mappe storiche del Vietnam. L’atrio ospita gli sportelli delle poste, un ottimo posto in cui osservare la vita quotidiana di Saigon, dove i locali si mescolano ai molti turisti attirati dalla bellezza architettonica dell’edificio.
Ho Chi Minh City è anche la mecca dello shopping in Vietnam. Pullula di mercati. Il Ben Thanh market è impossibile non visitarlo. Di giorno è un grande mercato del turismo interno dove si possono trovare tutti i tipi di souvenir. Tessuti, abbigliamento, pelletteria, articoli decorativi vari, di caffè e stand gastronomici. Alle 18:30 il mercato coperto si chiude, e la notte prendono il sopravvento bancarelle e food truck improvvisati che si installano intorno alla struttura fino a dopo la mezzanotte. Un luogo dove si continua a praticare l’arte della trattativa…
I viaggiatori che come me si sono interessati alla Storia della guerra del Vietnam non possono assolutamente perdersi il Museo delle Rimembranze della guerra appunto. Un tuffo nella storia recente di un paese orgoglioso ma che ha saputo superare e in parte dimenticare le atrocità di una guerra terrificante. È una delle mete preferite dagli occidentali, quasi sempre c’è un pò di coda all’ingresso, risolvibile nel giro di dieci minuti. La parte esterna è dedicata ai mezzi militari e alle atroci condizioni delle prigioni francesi, il tutto ben illustrato e documentato con foto e testimonianze. Una parte della struttura è interamente dedicata alla fotografia ed è molto ben realizzata; atroce vedere gli effetti del napalm e dell’agente orange. NON ADATTO AI BAMBINI!!!
Cu Chi, si trova a circa 30km da Ho Chi Minh City ed è una località che è stata scenario della guerra combattuta contro gli Americani negli anni ’60, un evento che ha segnato profondamente la storia del vietnam. Seppur ormai molto turistici, visitare i tunnel di Cu Chi è indispensabile per capire la dura lotta spettata ai Vietcong e prima di loro all’esercito che combatteva la potenza coloniale. Hanno costruito tunnel lunghissimi e minuscoli sottoterra, sono a più piani e si estendono per centinaia di chilometri. E’ possibile entrare nei tunnel (completamente bui e soffocanti) e fare visite guidate, ci sono uscite ogni 20 mt circa. I Vietcong ci hanno vissuto per anni. Un esperienza veramente unica, vedere come veniva nascosto il fumo che usciva dalle cucine sotterranee, come erano costruite le trappole, i resti bellici originali, il tutto arricchito con immagini (anche molto crude). Mentre sarete in giro per il tour sentirete diversi spari, sentiti dal tunnel dopo tutta la spiegazione della guida devo dire che hanno uno strano effetto, comunque, alla fine del percorso è possibile acquistare dei caricatori dell’arma che preferite e sparare.
Altra visita molto interessante che potreste aggiungere alla giornata dei cu chi tunnel è il Cao Dai Temple a circa 3 ore da Saigon, Santa sede del Caodaismo, un nuovo movimento religioso fondato proprio qua a Tay Ninh nel 1926. A mezzogiorno c’è la cerimonia e se arrivate in tempo sarete invitati ad assistere dalle balconate superiori. Un luogo di culto decisamente eccentrico, molto colorato e vivace, tanti stili e religioni che si sposano alla perfezione, merita una visita! E’ possibile organizzare il tour direttamente alle reception dell’hotel, la mattina seguente passerà a prendervi un pulmino direttamente dal vostro hotel. Costa veramente poco.

Prima di lasciare Saigon, camminando lungo i viali alberati del centro, vi sorprenderà ritrovare numerosi palazzi in stile europeo, conseguenza della colonizzazione francese chiaramente visibile in alcuni edifici chiave, come la bellissima Cattedrale di Notre Dame, dedicata alla Vergine Maria. La chiesa, in mattoni rossi in stile neo-romanico, venne costruita nel 1877 con materiali importati dalla Francia, spicca al centro di una vasta piazza circondata di bei giardini.

Gallery

113

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *