Stoccolma

Stoccolma: bellezza del Nord

In questo luogo, la morsa del freddo sembra allentarsi. Questo perché si è in presenza di una città, Stoccolma, la cui bellezza è troppo preziosa per essere sciupata.

Guai però a reputare questa una città come le altre, fatta di monumenti emblema del tempo che passa. Stoccolma è tanto altro ancora, un posto dove le parole bastano a descrivere quello che è un vero e proprio stile di vita.

Uno sfondo, questo, dove il tempo sembra aver interrotto il ticchettio delle due lancette e dove giorno e notte si fondono. Stoccolma è precisa, pulita ed efficiente, come ogni città del Nord Europa che si rispetti. Qui, tradizione ed innovazione viaggiano di pari passo, lavorando per una direzione comune.Ma cosa possiamo visitare a Stoccolma?

 

I musei

A dimostrazione di quanto qui antico e moderno vadano a braccetto vi sono il Museo Vasa ed il Museo della Fotografia.

Le mura del primo racchiudono l’unico esemplare ancora relativamente integro di un vascello risalente al ‘600, ri-assemblato per il 95% da pezzi originali. L’imbarcazione, come facilmente si potrebbe dedurre, è imponente, con i suoi 70 metri di lunghezza. Un velo di mistero ricopre una nave che naufragò miseramente durante il suo viaggio inaugurale. Recuperata soltanto nel 1961, essa ha subito un certosino processo di restauro, durato 50 anni. La cura verso ogni minimo particolare ha infranto le frontiere della dimenticanza, riconducendo questo reperto al suo splendore originario, fatto di legno finemente intagliato.

In un suggestivo viaggio temporale lungo secoli, cosa buona e giusta è ritornare al presente, facendo una breve visita al Museo delle Fotografia. Gli amanti degli scatti contemporanei non possono assolutamente mancare. La struttura è incastonata nel quartiere denominato Sodermalm. Quello che oggi è un frequentatissimo museo è stato negli anni passati un deposito industriale. Una superficie di circa 2500 metri quadrati include 4 padiglioni tra loro divisi, ognuno dei quali ospita durante l’anno numerosi eventi.

Le bellezze naturali

A Stoccolma, l’impronta dell’uomo ha accarezzato una natura che viene tutelata. E’ possibile gustarne il fascino originario, seppur qualche giorno potrebbe non essere abbastanza, recandosi dapprima al Cimitero del Bosco, poi all’Arcipelago che costeggia il centro abitato.

Per ciò che concerne il primo sito, il nome ed i luoghi comuni non devono ingannare. Non caso l’UNESCO gli ha attribuito il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Progettato nel 1917 dal rinomato architetto svedese Gunnar Asplund, il Cimitero del Bosco consta di 100 ettari di terra, difesi da maestosi pini e decorati da viottoli, sentieri alberati e tanto altro ancora. E’ qui che Greta Garbo decise di far tumulare le proprie spoglie. Qui, dove la tranquillità è di casa e dove la spensieratezza concederà una pausa dallo stress quotidiano.

E l’Arcipelago? E’ composto da ben 30.000 isolotti, costeggiabili da battelli che conferiscono al visitatore l’opportunità di vivere totalmente lo stile di vita svedese, fatto di affabile calma e di paesaggi incontaminati

 

I monumenti

Ovviamente, non si può che chiudere questo tour tornando nuovamente con i piedi a terra. Degno di nota è il Municipio di Stoccolma, terminato nel 1923 e costruito con un numero impressionante di mattoni rossi, oltre 8 milioni. Ogni anno, la Sala Bubu di questo importantissimo complesso ospita un’importante rassegna, l’assegnazione dei Premi Nobel. Visite guidate accompagneranno i turisti in una visita coinvolgente, con sale decorate ed una cima della torre dalla quale si potrà ammirare un panorama mozzafiato, prendendo visione di tutta la città da un’altezza di 106 metri.

 

Come arrivare a Stoccolma

  1. In Aereo. L’Aeroporto Internazionale di Arlanda è situato a circa 40 km da Stoccolma, con taxi che impiegheranno più o meno 45 minuti per giungere in città, al costo approssimativo di 400 corone svedesi. Vi è poi l’Aeroporto di Skavsta, molto popolare in quanto usato dalla maggior parte delle compagnie aeree low cost. Esso si trova a 100 k a Sud di Stoccolma;
  2. In nave. Numerose navi giungono quotidianamente dalla Finlandia e dall’Estonia;
  3. In treno. Si piò raggiungere Stoccolma anche in treno, partendo da Milano e cambiando prima a Monaco, poi a Copenaghen. In tutto si impiegano 30 or

 

5800

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *