Perché partecipare ad un viaggio di gruppo?

Viaggiare, un po’ per tutti, rappresenta la maniera migliore per fuggire da una routine che logora. Il rischio, concreto ma in questo caso nulla affatto dannoso, è quello di innamorarsi di luoghi che, seppur tanto lontani da casa, faticheremo a dimenticare. Tanti, anche tra voi che gentilmente ci seguite, sono coloro i quali preferiscono viaggiare da soli. La motivazione di questa scelta, il più delle volte, risiede nella volontà legittima di riconciliarsi con un “io” che, correndo forsennatamente, purtroppo lasciamo indietro. Questa tendenza, soprattutto negli ultimi anni, è stata man mano contrastata da un’usanza che incarna una concezione di turismo diversa: la vacanza di gruppo. Se è vero che far pace con sé stessi vuol dire virare su un soggiorno dai ritmi posati, è altrettanto vero che, prendendo parte ad una comitiva, a tante incombenze neanche dovreste pensare. Codesta alternativa, nel ridurre ai minimi termini una lunga serie di seccature, dà modo di vivere un’esperienza in occasione della quale conoscere altre persone. I vantaggi sono, oltre che meramente organizzativi, anche legati ad una socialità che nulla ha a che vedere con quella caratterizzante la caotica quotidianità.



Addio allo stress pre-partenza

Nei giorni che precedono la partenza, le cose a cui provvedere sono tante. L’eccitazione, in questo modo, andrà a mescolarsi ad una serie di pensieri che non vi permetteranno di godere pienamente di un’occasione, la vacanza appunto, nella quale mettere da parte tutto quel che turba. Optando per un viaggio di gruppo, l’impazienza rimarrà identica. Quel che invece cambierà in meglio sarà un’attesa finalmente scarna da ogni genere di preoccupazione. Alla prenotazione dell’alloggio ed alla progettazione d’ogni itinerario penserà chi, come organizzatori e tour operator, ha il compito di rendere perfetta la vostra vacanza.



L’utilità di una guida o coordinatore



Approdare per la prima volta in un luogo significa, non di rado, correre il serio rischio di perdersi. Vi piacerebbe poter contare su figure che, nel conoscere la destinazione, fronteggeranno al vostro posto ogni eventuale inconveniente? La totalità dei viaggi di gruppo, a tal proposito, prevede la presenza di una guida che vi sarà di aiuto ogni volta in cui ne avrete necessità. Cosa buona e giusta è ricordare che, quasi sempre, il tour leader sarà abile nell’instaurare all’interno del gruppo stesso uno spirito di aggregazione che non potrà far altro che bene.



La migliore gestione del budget

Cercare di non sforare la somma economica inizialmente prefissata appare assai complicato. Sarà sufficiente un imprevisto per gettare all’aria piani che credevate studiati nel dettaglio. Partecipando ai tour di gruppo, ogni aspetto organizzativo verrà direttamente curato dal tour operator. Una volta acquistato il pacchetto, sarete immediatamente messi al corrente dell’esborso ed avrete, pertanto, sia l’opportunità di destinare dove meglio credete ciò che rimane sia, di conseguenza, di scegliere gli aspetti nei quali tirare un po’ di più la cinghia.

Gli spostamenti più agevoli

Soprattutto se quello nel quale vorrete recarvi è un grande centro, l’automobile a noleggio costituisce un elemento da vagliare. Trasferendovi da una tappa all’altra, lo spostamento vi ruberebbe tempistiche che, diversamente, potreste ottimizzare meglio. In una metropoli colma d’ingorghi, in aggiunta, il rischio di incappare in un incidente appare più che concreto. Aderendo ad un viaggio organizzato, ad ogni movimento penseranno altri. Il tragitto, perciò, diventerà un’inaspettata ma certamente gradita opportunità per visionare, dal finestrini di pullman muniti d’ogni genere di confort, scorci che guidando voi stessi vi perdereste.

Il calore della socialità

Con i giusti compagni di viaggio, ogni attimo diviene eterno. Per quale motivo, quindi, partire da soli quando, al contrario, potreste condividere un’esperienza con persone che ne allieteranno il proseguo? La meraviglia innescata da un tramonto sul mare o da un’aurora boreale finora consultata nelle sole guide è ancor più autentica quando, quello stesso istante, lo viviamo insieme a chi con la sua compagnia impreziosisce lo sfondo. Postare sui social quel che vedrete è d’obbligo. Questo, però, vale nulla se paragonato a ciò che involontariamente ci regala chi, provando le stesse emozioni, quell’angolo di mondo più o meno sperduto lo respira nello stesso modo e nello stesso momento.



Quando un legame è per sempre

Indipendentemente da più che giuste remore iniziali, alla fine del viaggio vi accorgerete di aver dato vita a vincoli che, se veri, dureranno nel tempo. Partecipando a questo genere di tour, infatti, sarà facile incontrare nel vostro cammino persone che come voi sono alla ricerca di qualcosa che per troppo tempo hanno solo fantasiosamente immaginato. Se single, la possibilità di conoscere la vostra anima gemella è più che concreta. L’amore, quindi, assumerà tonalità che il viaggio romanticizzerà.

La lingua

Un’altra criticità potenziale è la lingua. L’inglese, in tante nazioni, viene parlato fluentemente. A riscontrare le difficoltà maggiori in questo senso sono, purtroppo, ancora gli italiani. Nei viaggi di gruppo, conoscere poco e nulla l’inglese non sarà più fonte di difficoltà. Sarà il tour leader, infatti, a comunicare quando necessario con i residenti della città prescelta.



Viaggiare in sicurezza

La sicurezza, tra le ragioni appena elencate, è quella da trascurare meno. Immergendosi così repentinamente in contesti nuovi, da soli ogni problema si trasforma in un ostacolo insormontabile. Senza poi contare quel senso di protezione che, essendo parte d’una comitiva, permette di contrastare con consapevolezza ogni genere di emergenza. Aiutarsi vicendevolmente, perciò, aiuta a gestire efficacemente un viaggio il quale, in questa particolare fattispecie, verrà comunque coperto da un’assicurazione.




569

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *