4 viaggi on the road per ritrovare se stessi

4 viaggi on the road per ritrovare se stessi

Per molti è l’essenza dello stare bene. Prendersi una vacanza, scappare da tutto e da tutti è in effetti un vero e proprio lusso. Per molti una vera propria terapia, un modo per prendersi cura di se stessi, per ritrovarsi. Più che una vacanza, un investimento sulla propria vita: dal saper far fronte agli imprevisti, al gestire la propria libertà.

Sono i viaggi on the road i migliori per testare le proprie capacità, per ricaricarsi di energia. Sono i viaggi che sicuramente si faranno ricordare per tutta la vita. Quelli che permettono di mettersi in discussione e di tirar fuori il meglio di sé. Abbiamo scelto 4 destinazioni per chi ha voglia di mettersi in gioco, di riconquistare la propria libertà.

 

Da Las Vegas a San Francisco

   

West Coast americana, 3250 miglia. Qualche giorno nell’inebriante Las Vegas e poi via lungo le strade più scenografiche degli Stati Uniti, in mezzo a panorami mozzafiato. C’è solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i parchi: Zion, Bryce, Arches, e ancora Monument Valley e Grand Canyon. Poi Death Valley e Yosemite.

Tour in Indonesia: Bali e dintorni

Tra templi, villaggi, e natura la zona di Bali è incantevole. Per chi ama fare surf Uluwatu è il posto ideale; per fare yoga e meditare la destinazione giusta è Ubud. Sempre ad Ubud da non perdere Monkey forest. Templi spettacolari sul mare, il Pura Luhur Uluwatu e il tempio di Tanah Lot a Depansar.

 

In giro per Festival musicali

 

L’estate è la stagione dei grandi Festival musicali un po’ per tutta l’Europa. Tre giorni di rock puro in Svezia, dal 6 al 9 giugno, con Ozzy Osbourne e Iron Maiden. Dal 14 al 16 giugno, Sonar Festival a Barcellona con Gorillaz, Bonobo, Helena Hauff. Tra i più importanti festival del rock al mondo, l’Isle of Wight festival dal 21 al 24 giugno con Depeche Mode, Liam Gallangher, Van Morrison e Blossom.

Portogallo, da Lisbona a Sintra

   

Si chiama Estoril Coast Drive ed è una delle strade più pittoresche d’Europa. Da Lisbona si percorre la costa verso la baia di Cascais. Da visitare la spiaggia di Rainha, la Boca do Inferno, la spiaggia di Guincho e Cabo da Roca. Poi via verso l’interno, tra foreste di cedri, pini marittimi verso il Parco Nazionale di Sintra Cascais.

 

1316

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *